Cura dei piedi

I piedi sono di fondamentale importanza in quanto sorreggono il nostro corpo e sono soggetti a percorrere lunghe distanze ogni giorno. Inoltre una costante cura del piede aiuta a mantenere una perfetta postura del corpo e quindi un migliore stato generale psicofisico. Quando i nostri piedi stanno bene, ne beneficia complessivamente la nostra salute, ma spesso però tendiamo a trascurare i nostri piedi. Dedichiamo alla loro cura pochissimo tempo, trascurando il fatto che i piedi, oltre ad essere una parte del corpo che può avere il suo fascino, possono essere fonte di estremo relax. Per
dare un rapido sollievo ai piedi stanchi, è buona prassi praticate un pediluvio con sali minerali o preparati naturali a base di sali di alluminio, sali ossigenati, urea, acido citrico e solfato di magnesio. Il pediluvio é un vero toccasana anche per i piedi gonfi e doloranti poiché favorisce il riassorbimento dei liquidi ristagnanti, facilita il drenaggio e la circolazione linfatica e migliora di conseguenza il tono muscolare.

Nel piede ci sono 1/4 delle ossa presenti nel nostro corpo e numerosissime sono le terminazioni tendinee che lo attraversano; è per questo che una sana cura del piede porta dei benefici enormi a tutto il corpo.

Quando scegliamo una scarpa, il più delle volte ci limitiamo a sceglierla in base alla linea e trascuriamo che, un uso di scarpe non idonee all'utilizzo che ne facciamo, potrebbero essere la causa di una serie di problemi. Per questo è di fondamentale importanza scegliere la scarpa giusta per lo specifico utilizzo che ne faremo, indossare calzature comode e della taglia giusta e limitare l'utilizzo di scarpe strette o con tacchi molto alti o con fondo piatto a particolari momenti della giornata.


E tu che piede hai?
Piede greco
l'alluce è più corto del secondo dito.

Piede egizio
l'alluce è più lungo del secondo dito.

Piede quadro
la pianta ha un profilo “rettangolareggiante”.

Piede a pianta larga
è anche detto piede di papera per la sua caratteristica forma.

Piede a pianta allungata
di forma affusolata, ha la pianta stretta esile e allungata.


Una pedicure perfetta da fare a casa
1 > Immergi i piedi in una bacinella di acqua tiepida, aggiungendo una manciata di amido di riso.
2 > Dopo una decina di minuti procedi con il taglio delle unghie, avendo cura di tagliarle non eccessivamente per evitare che si possano incarnare.
3 > Usate la pietra pomice per eliminare le callosità che si possono formare sotto la pianta dei piedi.
4 > Per eliminare calli più piccoli, utilizzare creme esfolianti prima ed emollienti dopo.
5 > Massaggiate delicatamente il piede con creme idratanti.
6 > Stendete lo smalto protettivo ed infine, se lo desiderate, quello colorato.


Quando rivolgersi all'estetista e quando al podologo?
L'estetista si occupa essenzialmente della pedicure, deve perciò effettuare tutti quei trattamenti che aiutano a mantenere i piedi in buono stato e che migliorano l'aspetto estetico.
Non può effettuare nessun tipo di prestazione di carattere terapeutico.

Il podologo è una professione sanitaria e la sua formazione è di tipo universitario. Tratta tutti quelli che possono essere definiti problemi sanitari del piede come calli o tilomi, unghie deformi etc.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Ho letto e accetto la normativa sulla privacy*
Questo sito utilizza i cookie. Continuando a navigare nel sito si accetta l'utilizzo dei cookies      Maggiori Info